N.Y.SEE: il nuovo modo di vedere New York secondo Sime Books

NYSEE

Opening 17 Dicembre ore 18
Closing 14 Gennaio 2017
Presso Tethys Gallery, Via dei Vellutini 17/R, Firenze
tel. +39 055 2286064
www.tethysgallery.com


***

https://www.facebook.com/events/342040029485544/

***

Questa mostra rappresenta l'apice del
N.Y.SEE Project
, una collaborazione lunga 3 anni che ha visto coinvolti 31 talentuosi fotografi professionisti e 3 agenzie: eStock Photo (New York), Simephoto (Conegliano) e 4Corners Images (Londra). Da un'idea di Luz Jimenez di eStock Photo e di Giovanni Simeone di Simephoto ha preso vita il progetto di creare una collezione definitiva di foto di New York City, che rappresentano oggi un nuovo standard nel settore della fotografia di viaggio.

New York City è la città più fotografata al mondo. Tuttavia si può catturare il suo stile inimitabile secondo punti di vista sempre nuovi e inediti. Questa è l’ambizione del N.Y.SEE Project. Che si tratti di una Times Square brulicante di vita, di una Manhattan che va oltre i cliché o di scatti di Brooklyn che raccontano una storia sorprendente, questa collezione rivela il vero volto della New York del XXI secolo.

Il N.Y.SEE Project è la celebrazione di una delle città più iconiche al mondo, al culmine del suo processo di rigenerazione, attraverso l’obiettivo di un gruppo internazionale di fotografi
professionisti e di tre agenzie fotografiche. Non c'è mai stato un momento migliore per fotografare New York. “The City” è elettrizzata dall'energia dei suoi abitanti, rinvigorita da un nuovo skyline, dalla rivoluzionaria High Line e da altri numerosi progetti di abbellimento. Da un punto di vista fotografico, era chiaro fin dall'inizio che New York City non era più la città squadrata tutta vetro e cemento così come comunicata nelle precedenti collezioni fotografiche. La città si offriva più morbida, più accogliente di quanto ogni fotografo ritenesse possibile. Naturalmente ci sono sempre le architetture iconiche da catturare in una nuova luce, ma nel XXI secolo sembra importante collocare gli edifici in una nuova prospettiva, per renderli più prossimi alle persone che li hanno costruiti. Finanzieri e grandi uomini d'affari si sono spinti molto in alto per lasciare un'eredità, la loro impronta personale sulla città, scatenando una frenesia megalomane in grado di ispirare timore e immortalare se stessi. Quel desiderio è oggi meno diffuso, e in città c'è un atteggiamento complessivamente più altruista e accogliente.

La mostra sarà accompagnata dal libro appena pubblicato a
Photographing New York. Award-winning photographers guide you to the best shots
(Sime Books). È una guida visuale, una fonte di ispirazione unica per fotografi che vivono o che viaggiano a New York. Dalle vedute di Central Park ai delicati dettagli urbani, in estate e in inverno, con la pioggia o col sole, questa straordinaria esplorazione fotografica della città più “grande” al mondo è una delizia per i fotografi professionisti e anche per quelli più sedentari.


Real Time Web Analytics